top of page

Non ci facciamo cogliere di sorpresa: dobbiamo vivere la modernità.


...scusa, a te il digitale serve? ...No, no, sono troppo vecchio per imparare cose nuove. Lasciami in pace!... Questa non è la reazione giusta se vogliamo vivere “dentro la società” e non essere isolati! Si deve conoscere, anche se non vogliamo praticare le innovazioni: eccone due, per cominciare. (Cosa c'entra la foto? il senso alla fine dell'articolo)


Oggi parliamo di Digitale e di AI, Intelligenza artificiale non per diventare degli esperti, ma per capire come si muove il mondo intorno a noi e se una di queste “diavolerie” può rappresentare un pericolo oppure esserci di servizio,

Il Digitale

... si può paragonare la digitalizzazione alla scrittura. In passato, le informazioni venivano trasmesse e conservate attraverso la scrittura su carta. Oggi, invece, le informazioni vengono trasmesse e conservate attraverso la tecnologia digitale, utilizzando internet. La digitalizzazione può essere uno strumento prezioso per gli anziani, che possono sfruttare i vantaggi della tecnologia digitale e a rimanere attivi e coinvolti nella società. Un esempio, la gestione della salute: il rapporto con il vostro medico di famiglia può essere gestito via computer o smartphone (non con il telefonino normale)al quale potete chiedere le ricette dei farmaci che vi servono, lui vi invia le ricette bianche (ancora non è possibile per le rosse) voi le “inoltrate” alla farmacia (una che garantisce la consegna a domicilio – ce ne sono molte ormai – e gratis per chi ha una invalidità) e voi ricevete i farmaci a casa, senza attese e code insopportabili. Ancora un esempio: È possibile richiedere gratuitamente il prelievo di sangue a domicilio, anche se non si soffre di invalidità permanente. In caso di temporanea invalidità fisica o psichica, infatti, il medico di famiglia può richiedere questa prestazione. E i risultati? si possono ricevere via posta oppure collegandosi via internet con il “Fascicolo Sanitario” della Regione - si possono consultare e stampare i risultati con il computer o con lo smartphone. E ancora, il rapporto con la banca: oggi tutte le banche hanno la possibilità di effettuare operazioni “on line” e cioè senza la presenza fisica in agenzia (a parte il versamento in contanti) e quindi si riceve la pensione, si pagano le bollette, si mandano soldi al nipote che si trova a Berlino con Erasmus, si fanno acquisti su Amazon. Addirittura esistono “banche digitali” senza sportello, con le quali si opera solo via internet, con costi ridottissimi o addirittura senza spese!

In conclusione per vivere nella società di oggi non possiamo rifiutare l’uso di queste nuove tecnologie.

Quella che segue, forse, non è indispensabile praticarla, ma conoscerla si!


IA, Intelligenza Artificiale: ...è una tecnologia che consente alle macchine di imparare e ragionare come gli esseri umani. Man mano che le macchine interagiscono con il mondo, immagazzinando milioni/miliardi di informazioni, imparano e si adattano. In questo modo, diventano più capaci di svolgere compiti complessi e rispondere a quesiti che possiamo porre a una delle “piattaforme” specializzate.

Giorni fa una madre imprenditrice mia cliente, mi diceva di aver criticato il figlio che aveva usato ChatGPT (una delle piattaforme con un programma per computer che può parlare e generare testo simile a quello umano) per scrivere una lettera a un suo professore e giustamente gli disse che il testo non lo rappresentava e che sarebbe stato preferibile un testo meno elegante e corretto, ma più personalizzato. Io ho commentato così il fatto: l’IA non serve per scrivere testi o articoli, ma per avere risposte su un argomento, basate sulla somma di milioni e forse miliardi di informazioni che le macchine hanno immagazzinato e che noi invece non abbiamo ne conosciuto, ne sedimentato.

Possiamo fare ricerche serie su un argomento, ma anche essere più frivoli chiedendo - per esempio a ChatGPT: “quali sono i dieci migliori vini del mondo? avremo una risposta puntuale come questa:

1. Château Margaux (Bordeaux, Francia) - Un prestigioso vino rosso bordolese noto per la sua eleganza e longevità.

2. Domaine de la Romanée-Conti (Borgogna, Francia) - Produce alcuni dei vini Pinot Nero più ricercati al mondo.

3. Château Lafite Rothschild (Bordeaux, Francia) - Un'iconica tenuta bordolese celebrata per i suoi vini a base di Cabernet Sauvignon... seguono gli altri sette.

Curiosa l’esperienza con un’altra piattaforma: “Imagine” che trasforma un testo in immagine. Ho scritto nell’apposito spazio: “ Uomo e donna in riva al mare al tramonto” il risultato è l'immagine di copertina! Incredibile eh!

Nel prossimo articolo ci occuperemo di altre due innovazioni di cui si parla molto: “Cloud” e “Metaverso”: a ottobre!

Giampaolo Pacini




14 visualizzazioni

Comentarios


bottom of page